Agenda 2030: l’0rizzonte per l’industria

Agenda 2030

Agenda 2030 è un documento redatto nel 2015 sottoscritto da 193 paesi nel mondo e si tratta di un programma che si prefigge diversi obiettivi. Tutto sta cambiando in fretta e le sfide ecologiche e di sostenibilità non possono più essere rimandate. Ma cosa comporta questo piano per le imprese di tutti i paesi firmatari?

Obiettivo 9: costruire un’infrastruttura sostenibile, promuovere l’industrializzazione inclusiva e innovativa

Se c’è una cosa della quale abbiamo bisogno per resistere ai cambiamenti climatici che oggi si manifestano sempre più spesso, è la creazione di industrie e centri di ricerca nel mondo. 

Se i precedenti obiettivi del Millennio erano focalizzati sulla riduzione del gap tra mondo sviluppato e terzo mondo, ora è impossibile ignorare il fatto che l’emergenza climatica rischia di essere un grande ostacolo per tutti. 

Ciò significa che l’obiettivo per Agenda 2030 è quello di creare un’industria più sostenibile anche nei paesi sviluppati, ad esempio garantendo fonti di energia pulita che riducano l’impatto della produzione delle industrie. 

Per decarbonizzare le industrie McKinsey stima che ci vorranno circa circa 275 trilioni di dollari entro il 2050, pari a circa il 7,5% del PIL globale. Una cifra incredibile se pensiamo che il 2050 non è un traguardo di tempo così lontano. 

I traguardi più importanti

Per misurare il successo del terzo target, vale a dire “aumentare l’accesso delle piccole imprese ai servizi finanziari”, si misurerà la percentuale di valore aggiunto di tutte le piccole imprese sul totale e la percentuale di imprese piccole con una linea di credito. 

Il target quattro prevede di costruire infrastrutture e industrie più sostenibili entro il 2030 e si misurerà il successo di questo obiettivo tramite l’emissione di CO2. 

Il target che prevede l’incoraggiamento della ricerca scientifica per aumentare il tasso d’innovazione, è uno dei più importanti perché include anche i paesi in via di sviluppo. Questo verrà verificato tramite la verifica del numero di addetti alla ricerca per milione di abitanti e della spesa pubblica e privata nel settore.

Le connessioni per unire i Paesi

Lo abbiamo raccontato in diversi articoli, la rete veloce è un traguardo importante per l’industria, per poter accedere ai propri dati in fretta e senza barriere. Si tratta però anche di un parametro fondamentale perché, al contrario di quanto si possa pensare, solo il 52% della popolazione di tutto il globo è in grado di accedere alla rete Internet. 

L’accesso alla Rete permette un afflusso di informazioni costante e consente di progredire anche nella produttività, aspetto fondamentale per ridurre il gap tra i paesi industrializzati e quelli meno. 

2035: la fine dei motori endotermici

Proprio di questi giorni la firma dell’accordo europeo che promette la fine dell’era endotermica per quanto riguarda il settore automotive. Dal 2035 non potrà più essere messa in commercio alcuna auto endotermica, tranne qualche eccezione. Una tappa molto discussa verso una transizione energetica necessaria, ma a quale costo per l’industria europea?

Software MES: perché sceglierlo?

Software MES

Manifacturing Execution System, potrebbe apparire come qualcosa di futuristico e lontano dal fare impresa ma si tratta, invece, di uno strumento essenziale per la produzione, stiamo parlando del software MES. Infatti, tramite l’utilizzo di questa risorsa è possibile: analizzare il processo produttivo; pianificare; raccogliere dati di utilizzo reale; gestire e controllare. Si tratta a tutti gli effetti di timone digitale che ci permette di controllare che la rotta tracciata per la nostra azienda sia quella giusta.

Nelle realtà più strutturate, il software MES si pone a metà strada fra il software ERP (ovvero il tradizionale software gestionale aziendale) e il sistema SCADA (per l’interfacciamento con le macchine utensili) dialogando con essi.
Un software MES va utilizzato solo da realtà più strutturate? Grazie alle nuove tecnologie e ad interfacce sempre più user-friendly, come quella di Scaccomatto, oggi è possibile utilizzare strumenti simili anche in contesti come la piccola e media impresa italiana. Il software MES va considerato a metà strada tra un software ERP, il tradizionale sistema di gestione usato in ambito aziendale, e il sistema SCADA, utilizzato per l’interfacciamento con macchine utensili.

PERCHÉ UTILIZZARE UN SOFTWARE MES?

Come già detto, questo strumento è in grado di mostrarci la rotta e ci permette di ottimizzare i nostri processi produttivi con facilità grazie ai dati raccolti in tempo reale. I principali vantaggi di questo sistema sono:

  • riduzione di scarti;
  • riduzione di lavorazioni reiterate;
  • riduzione dei tempi di attrezzaggio;
  • acquisizione accurata delle informazioni su tempi e costi (manodopera, scarti, lavorazioni reiterate, tempi di fermo);
  • maggiore tempo di attività;
  • riduzione della carta e quindi velocizzazione delle comunicazioni aziendali fra uffici e reparti produttivi, migliore archiviazione e facilità di ricerca dei dati acquisiti;
  • tracciabilità delle operazioni;
  • tracciabilità dei lotti di materiali;
  • riduce dei tempi di fermo e facilita la ricerca dei guasti;
  • riduzione delle scorte di magazzino.

COME FUNZIONA UN MES

La funzione principale del software MES è quella di allineare la gestione aziendale e la produzione al fine di evitare discrepanze tra la pianificazione e la realtà. Per perseguire questo risultato bisogna aumentare l’efficienza del sistema produttivo aziendale nella sua totalità: dalle macchine agli operatori fino alla filiera produttiva.

Tra le funzioni di un sistema MES possiamo elencare:

  • raccolta dati;
  • avanzamento delle fasi di produzione;
  • controllo delle attività di produzione;
  • gestione delle risorse, operatori e macchine, di produzione;
  • tracciabilità dei lotti di produzione;
  • monitoraggio delle quantità prodotte.

A livello formale le funzioni di gestione di magazzino, qualità e manutenzione non dovrebbero far parte di un MES, ma di un MOM.
Oggi molti sistemi MES includono più funzioni di quelle previste nella definizione iniziale, rendendo nel linguaggio corrente software MES e software MOM quasi sinonimi.